Mercato del Turismo, le nuove frontiere per il 2019

Il mercato del turismo continua a innovarsi anno dopo anno, ed è sempre più difficile cercare di capire quali potrebbero essere i trend più “forti” per le prossime stagioni.

Una cosa sembra però essere certa: considerato che le mete più “calde” d’Europa, come Italia e Croazia, continuano a subire una crisi di capacità di settore, gli operatori del settore turistico stanno cercando destinazioni meno battute nel Continente per ridistribuire la domanda. Ma dove esattamente?

La Bielorussia, che ora offre cinque giorni di viaggio senza necessità di visto, e la Moldavia, che a novembre ha lanciato nuove rotte grazie alla propria compagnia Air Moldova, sono solo alcune delle più appetibili. Lo stesso può dirsi per Cipro e Polonia che, come ci suggerisce un recente approfondimento di www.gnoccatravels.com, ci propongono il giusto mix tra convenienza e varietà di azione.

mercato del turismoSecondo un recente studio della Adventure Travel Trade Association (ATTA), un’altra linea di tendenza evolutiva del mercato turistico dovrebbe essere quello del settore adventure, nella valutazione che la definizione stessa di avventura sta cambiando.

Le attività adrenaliniche rischiose sono scelte per il 45% in meno rispetto alla possibilità di “sperimentare una nuova cultura” all’interno del comparto dei viaggi d’avventura. E le agenzie di viaggio stanno prendendo nota di questa evoluzione, andando a preferire viaggi avventurosi ma meno rischiosi, che magari offrano corsi di cucina, degustazioni di vini e visite al mercato locale.

Altra linea di tendenza è quella della destagionalizzazione del turismo. Uno studio recente ha individuato che il 79% degli americani prenderebbe in considerazione un viaggio all’estero durante l’inverno, e il 53% di loro non sarebbe alla ricerca di un cambiamento nel tempo, suggerendo che la maggior parte dei viaggiatori invernali non sono motivati da temperature più calde. Sebbene tali statistiche facciano riferimento al mercato americano, nuove ricerche sembrano confermare questa previsione anche per l’Europa, e l’Italia.

Concludiamo infine con una tendenza che riguarda il mondo del mare. Di fatti, con l’aumento della pressione dell’Organizzazione Marittima Internazionale (IMO), le grandi crociere navali sono in corsa per ridurre il loro impatto ambientale. E, secondo l’ultimo rapporto del Center for Responsible Travel, se la domanda di viaggi in navi da crociera dovrebbe crescere del 4,5% rispetto all’anno scorso, e lo stesso vale per i viaggi più ecologici.

È anche per questo motivo che il panorama dei viaggi con crociera cambierà gradualmente nei prossimi anni, preferendo alternare le grandi navi da crociera più strutturate, con piccole navi da crociera alla scoperta di destinazioni meno battute.

Insomma, come risulta ben evidente dal quadro di sintesi che abbiamo avuto modo di riassumere in queste righe, il panorama del turismo nazionale e internazionale per il 2019 sembra essere in grado di soddisfare una crescente platea di persone sempre più esigenti. Una buona notizia per chi in questi giorni vuole programmare il suo prossimo viaggio per il 2019, e vuole farlo in modo molto personalizzato, attingendo alla versatilità che il settore dei viaggi nazionali e internazionali per le prossime stagioni sta garantendo.

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito web utilizziamo strumenti di terze parti che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul tuo computer. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma tu hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore. Privacy & Cookie