Scoprire la Giordania e i suoi siti archeologici

giordaniaLa Giordania è una terra sacra ricca di storia, ma anche di siti archeologici di inestimabile valore. Ecco perchè molti decidono di andare a visitare questi luoghi: scopriamo, allora, quali sono le mete più “gettonate”. Iniziamo proprio con la “Tomba di Aronne”, situata nell’imperscutrabile città di Petra: per molto tempo, infatti, i beduini non fecero passare nessun turista, o studioso.

Nel 1812 qualcosa cambiò: lo studioso svizzero (convertito all’Islam) Ludwig Burckhardt, riuscì nell’ardua impresa, e convinse i beduini a farlo passare. Scoprì in questo modo la città abbandonata. La via d’accesso è una gola strettissima che una volta “ospitava” un corso d’acqua. E’ lunga oltre un chilometro e mezzo, e finisce proprio di fronte al monumento di El Khasnet.
Ciò che emerge in modo più che evidente è la fortissima influenza romana, ancora oggi molto sentita: nella parte ovest della misteriosa città di Petra, ci sono i resti della città ricostruita dai Romani. Oltre a una via colonnata, ci sono anche  alcune porte monumentali: la storia, in Giordania, si respira in ogni angolo della strada.